Equivalenza terapeutica tra farmaci equivalenti e biosimilari, onere della prova a carico dell’azienda

    L’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha pubblicato la determina 458 che stabilisce i criteri che i medicinali contenenti principi attivi diversi devono possedere per poter essere ammessi alla valutazione di equivalenza terapeutica, ai fini dell’acquisto in concorrenza (bloccate le gare