L’infezione da virus SARS-CoV-2, che causa COVID-19, può comportare la perdita dell’olfatto, tanto che quest’ultima è ormai ritenuta uno dei diversi sintomi che possono aiutare ad individuare la malattia da coronavirus.

Secondo due articoli scientifici pubblicati da ricercatori cinesi, il cervello ricoprirebbe un ruolo importante in quanto il virus potrebbe essere capace di infettare il sistema nervoso centrale dei malati, in particolare la zona deputata alle funzioni olfattive.

Sono stati ipotizzati meccanismi d’azione in grado di spiegare questa potenziale abilità del virus SARS-CoV-19 di infettare il cervello.

A sostegno dell’ipotesi c’è l’analisi dei campioni prelevati nel 2003 su vittime del coronavirus SARS-CoV-1: tali campioni hanno mostrato la presenza di particelle del virus nei neuroni.

Altri studi sono stati invece condotti su topi transgenici, modificati per essere sensibili ai coronavirus che colpiscono l’uomo.

E’ emerso che i virus possono penetrare nel cervello, probabilmente attraverso i nervi olfattivi, e propagarsi rapidamente ad alcune zone specifiche del cervello.

Fonte : Xagena-MedicinaNews,2020 – Database news tratte dalla letteratura internazionale

CORONAVIRUS : Perdita dell’olfatto – SARS-CoV-2 e infezioni del cervello

Potrebbe anche interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *